Maso Poli presenta il suo nuovo Spumante Metodo Classico Riserva

Se penso a me stesso negli anni ’60, ora Maso Poli è quello che mi ero promesso di diventare”.LUIGI TOGNCosì Luigi Togn, patron dell’azienda, coinvolge ed emoziona giornalisti, esperti e influencer del settore, nel corso della presentazione del nuovo Trentodoc Riserva 2010 Maso Poli. Ci troviamo su una terrazza naturale, di fronte alla Piana Rotaliana, in un antico maso trentino del ‘700, proprietà della famiglia Togn dal 1977.

Dopo anni di esperienza nell’ambito della produzione vitivinicola trentina, con le sue aziende a Roverè della Luna, Luigi Togn decide in quell’anno di dare forma al suo grande sogno, quello di trovare una vigna preziosa dove realizzare con pazienza vini destinati a durare nel tempo. Progetto portato avanti con la collaborazione delle figlie Romina, Martina e Valentina insieme al marito Goffredo Pasolli. Una famiglia completamente dedicata a questo lavoro, con la professionalità di chi è riuscito a organizzare in modo lungimirante ruoli e competenze, anche in un contesto famigliare, creando sinergie davvero uniche.GOFFREDO E LE COLLINE AVISIANEIl terroir

La produzione della cantina Maso Poli si arricchisce così di un prestigioso spumante, dopo essersi rivolta finora ai vini fermi Pinot Grigio, Nosiola, Chardonnay, Riesling Renano, Gewurztraminer e il “Marmoram”, nato dall’unione di Lagrein e Teroldego. Le vigne affondano le loro radici nelle terre rosse di Pressano, sulle Colline Avisiane, terreni freddi e antichi, attraversati dall’Ora del Garda. Condizioni che permettono alle uve di maturare con calma, conservando il prezioso corredo di aromi.CANTINA MASO POLI 2

La cantina

La nuova cantina del 2004 è disposta a terrazze su più piani, con vedute che incantano. L’estetica si basa su un design essenziale, che valorizza il legno e le pietre naturali del luogo. Un ambiente in armonia con il paesaggio, con spazi pensati per accogliere eventi e manifestazioni.

L’eventoAURORA ENDRICI

La degustazione è organizzata e condotta da Aurora Endrici, esperta di comunicazione e Donna del Vino, alla presenza di Enrico Paternoster, enologo di riferimento per la denominazione Trentodoc, creatore di alcuni tra i più eccellenti esempi di Metodo Classico trentino e amico della famiglia Togn. Aurora è una comunicatrice dal grande carisma, ogni dettaglio è estremamente curato, e presente con noi c’è un’altra Donna del Vino, la raffinata chef Silvana Segna della Locanda Alpina di Brez (Valle di Non).

LOCANDA ALPINA PIATTI

LOCANDA ALPINA

 

 

 

 

 

Assaggiamo il nuovo Trentodoc Riserva Maso Poli, 50 mesi sui lieviti hanno creato la magia di un perlage cremoso e sottile, come racconta Enrico Paternoster è proprio attorno ai tre anni di permanenza sui lieviti che avviene il cambio di passo per gli spumanti in affinamento. In quel momento la bollicina inizia ad integrarsi pienamente nel vino, l’espressività si fa più minerale e complessa, con il pieno sviluppo del potenziale della cuvée.

ENRICO PATERNOSTER ASSAGGIAMO LO SPUMANTE

 

 

 

 

 

 

Ritroviamo qui tutto lo stile Trentodoc, con sottile mineralità e freschezza, in un sorso davvero elegante, sostenuto da una struttura che si sviluppa con grazia.

TRENTO DOC BOLLICINE DI MONTAGNAMAGNUM MASO POLI

Maso Poli fa il suo ingresso con stile nel mondo delle bollicine di montagna. Portiamo con noi come Vinosouvenir una magnum di questo spumante, che avremo modo di riassaggiare nei prossimi mesi, per scoprire cosa ci racconterà strada facendo.

 

 

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *